Le Notti dell’Archeologia 2021

Dal 3 luglio al 1 agosto 2021 tornano le Notti dell’Archeologia

 Giovedì 15 luglio – ore 21:00

 Astronomia e Navigazione nel Mediterraneo Antico

Attraverso le indicazioni astronomiche contenute nel V canto dell’Odissea si può tentare di ricostruire la rotta seguita da Ulisse. Sebbene le parole di Omero trovino una parziale conferma nelle simulazioni numeriche della volta celeste, siamo ben consapevoli che quella di Omero potrebbe essere solo geografia fantastica del mito e – come diceva Eratostene “si potranno trovare i luoghi delle peregrinazioni di Odisseo, quando si troverà il calzolaio che ha cucito l’otre dei venti”.


Introduce e modera, Sergio Giudici (direttore del Museo degli Strumenti di Fisica – Unipi)
Partecipa Andrea Camilli, Direttore del Museo delle Navi Antiche di Pisa e Funzionario Archeologo SABAP – PI – LI
Osservazioni Astronomiche a cura di: Associazione Cascinese Astrofili
Letture tratte da Omero, Esiodo e Lucano: Dario Focardi, Teatri della Resistenza


Cittadella Galileiana, Largo Renzo Spadoni, Area dei Vecchi Macelli,  Pisa


Evento con prenotazione obbligatoria al link seguente
http://www.msf.sma.unipi.it/prenotazioni-eventi

Per informazioni ludotecascientifica@gmail.com

https://www.regione.toscana.it/web/guest/-/le-notti-dell-archeologia-2021

Continua

Programma Attività Aprile – Maggio – Giugno 2021

Aprile – Maggio – Giugno 2021

“Viaggio oltre… la Terra”

Ciclo di incontri degli astrofili di ACA con i ragazzi della cooperativa ARNERA

Venerdi 23 Aprile 1° lezione: Introduzione all’astronomia, nascita dell’universo e il sistema solare
Martedi 4 Maggio 2° lezione: I pianeti del sistema solare: rocciosi e gassosi;
Venerdi 14 Maggio 3° lezione: La terra, la luna e le comete
Venerdi 21 Maggio 4° lezione: Lo spazio profondo: curiosità, missioni spaziali, buchi neri
Martedì 29 Giugno 5° lezione: Uscita con i telescopi;

Esperienza utile ai ragazzi per apprendere informazioni sull’Universo che ci circonda, che sarà inserita
come esempio, fra le “best praticts” del progetto “Stelle per tutti” della UAI, nell’ambito della gestione
delle attività di divulgazione inclusiva.


Sabato 29 maggio : Giornata nazionale per la DI – Divulgazione Inclusiva

… Gravità e divulgazione, tutti sulla cresta dell’Onda…

All’interno del progetto Stelle per tutti della UAI

Dalle ore 10:30 alle ore 12:00 in diretta da Cascina:

Conferenze su temi che spaziano dalle Onde Gravitazionali al sistema Solare. Pannelli in codice Braille Tavoli didattici per fare disegni con i bambini, ragazzi etc. Illustrazione delle attività di ACA per la divulgazione inclusiva, con UAI.


Venerdi 11 Giugno 2021 : “Ascoltare il cosmo”

Presso l’Associazione “Villa Crastan” a Pontedera, all’interno del programma “Lucciole & Lanterne”
Ore 21:00 Presentazione del Libro “Ascoltare il Cosmo”
a cura dell’autore, Dott. Massimiliano Razzano

Martedi 29 giugno “Viaggio oltre… la Terra” 5° lezione

Osservazione Astronomia Inclusiva
con i ragazzi del corso Arnera ed aperta solo ai soci ACA.
ore 21:30 Presso zona circostante ingresso Virgo
in Via E. Amaldi,5 – 56021 Cascina (PI) – Italy

Scarica la Locandina





Continua

Torna “Stelle per tutti”, la giornata nazionale della divulgazione inclusiva dell’astronomia

Torna “Stelle per tutti”, la giornata nazionale della divulgazione inclusiva dell’astronomia

Torna “Stelle per tutti”, la giornata nazionale della divulgazione inclusiva dell’astronomia, promossa dall’Unione Astrofili Italiani (UAI) per rendere la conoscenza dell’Universo accessibile a tutti, anche alle persone con disabilità. L’iniziativa, in programma quest’anno il 29 maggio, sarà articolata in uno speciale evento online, svolto in collaborazione con l’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO) di Cascina (PI), sede dell’interferometro Virgo, e in incontri divulgativi a cura delle delegazioni territoriali dell’UAI. A curare e coordinare la rassegna di eventi è il Programma nazionale di divulgazione inclusiva dell’astronomia dell’UAI, da sempre in prima linea nella costruzione di una cultura astronomica “senza barriere”.

L’evento online andrà in onda in diretta alle ore 16:00 di sabato 29 maggio sulla pagina facebook di EGO-VIRGO (@EgoVirgoCollaboration) e sul canale YouTube dell’Unione Astrofili Italiani (link) e sarà fruibile anche da persone con disabilità visiva e uditiva, grazie al coinvolgimento della Dott.ssa Paola Bonifazi, interprete della lingua dei segni (LIS) dell’ANIOS. Ospite speciale dell’evento, l’astronoma Wanda Diaz-Merced, colpita dalla cecità a 20 anni. Nonostante le difficoltà imposte da questa forma di disabilità, Wanda Diaz-Merced ha continuato a studiare per realizzare il sogno di diventare astronoma. Dopo la laurea in Fisica all’Università di Porto Rico, consegue il dottorato di ricerca in astrofisica ed ora è ricercatrice a EGO. Wanda Diaz-Merced racconterà al pubblico la sua storia fatta di coraggio e di passione per l’astronomia, come ha superato gli ostacoli della disabilità e come studia ed esplora l’Universo sfruttando altri sensi. In particolare, si parlerà della sonificazione dei dati astronomici. Sonificare i dati significa trasformare ciò che solitamente è rappresentato mediante grafici e altri supporti visivi in qualcosa che invece si ascolta. Non solo questo rende fruibili i dati anche a persone ipovedenti e non vedenti, con lo scopo di rendere la ricerca scientifica più accessibile, ma offre anche uno strumento alternativo per l’analisi di tali dati, ampliandone così il potenziale scientifico.

 

 

Dopo il racconto dell’astronoma Wanda Diaz-Merced, si andrà alla scoperta delle onde gravitazionali, la nostra nuova “finestra” sull’Universo, e del rivelatore Virgo, ospitato a EGO. Virgo è uno dei tre rivelatori di onde gravitazionali più grandi e sensibili al mondo, composto da un enorme interferometro ottico (circa 3 km ogni braccio) che lavora, in collaborazione con altri due omologhi situati negli Stati Uniti (LIGO), per “osservare” le debolissime deformazioni dello spazio-tempo provocate da violenti eventi astrofisici, come le interazioni gravitazionali fra buchi neri o stelle di neutroni. Rivelare le onde gravitazionali è un compito tutt’altro che facile: quando un’onda gravitazionale attraversa Virgo, la lunghezza dei bracci dell’interferometro varia in genere soltanto di meno di un millesimo del raggio di un protone. Un effetto veramente piccolo, che testimonia un violento evento astrofisico avvenuto a milioni o miliardi di anni-luce da noi. A raccontare la sfida dell’astronomia multimessaggera, che combina la luce, le onde gravitazionali e altri messaggeri per osservare l’Universo, e come questa può diventare un’occasione per sviluppare un’astronomia multisensoriale sarà il Direttore di EGO Stavros Katsanevas.

L’evento online sarà anche l’occasione per conoscere, dalla viva voce del Presidente dell’Associazione Cascinese Astrofili Domenico Antonacci, tutte le attività indirizzate a persone con disabilità realizzate finora a Cascina (PI) e i progetti del Gruppo di divulgazione inclusiva dell’UAI, di cui è responsabile Andrea Alimenti. All’evento parteciperanno anche il Presidente dell’Unione Astrofili Italiani Luca Orrù, il sindaco di Cascina Michelangelo Betti e altri ricercatori di EGO e Virgo.

Nella stessa giornata, a partire dalle 11:00, sarà disponibile sul canale YouTube dell’Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche (IRAS), delegazione dell’UAI della provincia di La Spezia, il video (link) relativo al progetto editoriale “A spasso per lo Spazio”, frutto della collaborazione tra astrofili e professionisti socio-sanitari dell’AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici) di Massa Carrara. Interverranno l’assistente sociale Jessyca Iaquilino, il logopedista Giacomo Lusuardi e i ragazzi che hanno partecipato al progetto. Alle ore 12:15 andrà invece in onda in diretta dalla pagina https://www.astrofilicascinesi.it/stelle-per-tutti-2021/ l’evento “Astronomia per ragazzi con diagnosi di disturbo dello Spettro Autistico: un progetto di inclusività”, in cui verrà illustrato il corso di astronomia realizzato dalla Associazione Cascinese Astrofili in collaborazione con la Cooperativa Sociale Arnèra , all’interno del Progetto Autismo regionale della Usl Toscana Nord-ovest. A presentare il corso sarà la Dott.ssa Beatrice Fantozzi, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice del Progetto Autismo.

Una nuova iniziativa all’insegna della scienza, dell’inclusione e della solidarietà sociale si prospetta, quindi, per i curiosi e gli appassionati di astronomia. L’Unione Astrofili Italiani, dopo l’evento online del 18 febbraio 2021 dedicato al racconto dello sbarco sul pianeta rosso del rover Perseverance della missione NASA “Mars2020”, con il quale partecipa alla CAP Conference 2021 “Communicating Astronomy with the Public” dell’International Astronomical Union (IAU), grazie all’iniziativa “Stelle per tutti”potenzia il suo impegno nel campo della divulgazione inclusiva, offrendo a tutti una nuova opportunità per provare l’emozione della scoperta del cielo.

Fonte: Al via il 29 maggio l’iniziativa online “Stelle per tutti” – Unione Astrofili Italiani – APS (uai.it)

Continua

Stelle per tutti

Stelle per tutti

3° Giornata Nazionale della divulgazione inclusiva dell’Astronomia promossa dall’Unione Astrofili Italiani

Sabato 29 Maggio 2021

Eventi in streaming

“https://www.uai.it/sito/astroiniziative/”
“https://www.astrofilicascinesi.it/stelle-per-tutti-2021/”

Ore 11:00 STELLE PER TUTTI – PROGETTO TRA ASTROFILI IRAS ED AIAS ONLUS

Jessyca Iaquilino, Responsabile Progettazione Sociale, Assistente Sociale “Presentazione collaborazione AIAS-IRAS”

Giacomo Lusuardi, Logopedista Specializzato in Comunicazione Aumentativa (CAA) “Presentazione progetto editoriale “A spasso per lo Spazio – Il Sistema Solare”

Ragazze del progetto ministeriale “Vita Indipendente” e progetto nazionale “Luoghi Comune” “L’esperienza del Corso di Astronomia Base” 

Ragazzi del progetto nazionale “Luoghi Comune” “L’esperienza del Corso di Astronomia Base”

Diretta ACA - Associazione Cascinese Astrofili

La diretta streaming sarà visibile dalle ore 12:15 di Sabato 29 Maggio 2021

Ore 12:15 “Astronomia per ragazzi con diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico: un progetto di inclusività”

Presentazione del corso di Astronomia realizzato dalla Associazione Cascinese Astrofili in collaborazione con la Cooperativa Sociale Arnèra , all’interno del Progetto Autismo Regionale della Usl Toscana Nordovest “

Presentazione a cura di Dott.ssa Beatrice Fantozzi, psicologa e psicoterapeuta Coordinatrice Progetto Autismo .

 

Diretta ACA - Associazione Cascinese Astrofili

La diretta streaming sarà visibile dalle ore 18:00 di Sabato 29 Maggio 2021

18:00 intervista in diretta di ACA a Stefano Piatti di STERadioDJ sul tema della Divulgazione Inclusiva e dell’abbattimento delle barriere mentali e architettoniche

Continua

ARNERA corso astronomia per ragazzi Autistici

Organizzato dall’Associazione Cascinese Astrofili in collaborazione con la Cooperativa Arnèra, all’interno del Progetto Regionale Autismo

Venerdì 23 Aprile ore 15:30-17:30 1° Lezione!

Continua

Nuovo logo per la UAI: evoluzione, non rivoluzione

Cari amici astrofili,

parafrasando Woody Allen, si può dire che il mondo cambia, gli astrofili cambiano, e anche l’Unione Astrofili Italiani (UAI) non è proprio la stessa: ha un nuovo logo!

Dopo alcuni anni di un percorso di rinnovamento che la UAI ha intrapreso – a partire dal nuovo Statuto approvato a Prato nel 2016 – per essere al passo con le evoluzioni della comunità astrofila, sono già tanti i cambiamenti sostanziali: un rinnovato sito per meglio offrire alla comunità il vasto patrimonio di conoscenze disponibile, una nuova struttura del congresso orientata alla programmazione e al “fare” associativo, una serie di convegni tematici annuali per approfondire le varie tematiche astrofile, una cadenza associativa annuale in linea con le maggiori associazioni nazionali e internazionali, più recentemente la rinnovata incarnazione della storica rivista “Astronomia” affinché rispecchi le varie anime astrofile di oggi e di domani.

Cambiamenti che sembrano andare nella giusta direzione, considerata la tendenza all’aumento dei soci e delle Delegazioni che si riscontra dal 2018.

Ora è giusto anche “cambiarsi d’abito” indossando un logo rinnovato, ma non stravolto: a significare una evoluzione in continuità con la nostra storia e i nostri valori, che non cambiano. Riconoscerete nel logo il telescopio rappresentato con componenti che sono la stilizzazione delle lettere “U”, “A” e “I”, così come in passato. La stilizzazione è più accentuata, il colore e i caratteri più moderni, ma la struttura non cambia.

Nelle prossime settimane vedrete il nuovo logo comparire sul sito, nelle pubblicazioni, nelle comunicazioni ufficiali. Saranno disponibili versioni aggiornate del logo anche per le Delegazioni e per i partner.

La UAI continua ad evolversi. Lunga vita alla UAI!

Luca Orrù, Presidente UAI

Di seguito il video di presentazione del nuovo logo dell’UAI

Articolo originale:

Nuovo logo per la UAI: evoluzione, non rivoluzione – Unione Astrofili Italiani – APS

Continua

Mars Nights, virtuali e inclusive

Mars Nights, virtuali e inclusive

Marte, reduce dalla spettacolare opposizione di ottobre scorso, torna agli onori della cronaca. Nel mese di febbraio sarà il protagonista indiscusso del cielo, l’unico pianeta osservabile nelle prime ore della notte – tra quelli visibili a occhio nudo – e catalizzerà l’attenzione del pubblico perché sarà raggiunto da ben tre sonde, in viaggio da mesi. Parliamo della cinese Tianwen-1, della Hope degli Emirati Arabi e dell’americana MARS 2020, che porterà su Marte il rover Perseverance, per cercare tracce di vita sul suolo marziano. Proprio nella serata del 18 febbraio in cui è previsto – secondo gli esperti della NASA – l’ammartaggio di Perseverance e nella serata successiva, l’Unione Astrofili Italiani (UAI), da sempre in prima linea nella promozione e diffusione della cultura astronomica, offrirà al pubblico le “Mars Nights”: due eventi online di osservazione di Marte, in diretta sui profili social UAI (facebook e YouTube).

Le “notti marziane” inaugurano il calendario astrofilo 2021 dell’UAI (link): un calendario ricco di appuntamenti, aperti a tutti gli astrofili, per vivere un intero anno all’insegna della scoperta del cielo e dell’emozione. I due eventi serali del 18 e 19 febbraio non saranno solo un’occasione per puntare i riflettori su Marte, ma anche per rendere accessibile a tutti – anche alle persone con disabilità – la cultura astronomica, mission imprescindibile della UAI. Gli occhi saranno rivolti a Marte, che al calare dell’oscurità si può individuare facilmente a sud –ovest, in congiunzione con la Luna al primo quarto, entrambi nella costellazione dell’Ariete (link), e al rover Perseverance, protagonista di un imperdibile sbarco sul suolo marziano, destinato a segnare un altro importante step nella storia dell’esplorazione spaziale.

Per la gioia di tutti gli appassionati di astronomia e astronautica, in trepidante attesa, giovedì 18 febbraio alle ore 20:45 andrà in onda in diretta sul canale YouTube dell’UAI (link) e sulla pagina facebook UAI (link) il primo evento dell’iniziativa “Mars Nights” intitolato Vita Nova su Marte – il viaggio di Perseverance tra scienza e suggestioni”. Gli esperti dell’UAI seguiranno, tradurranno e commenteranno la diretta della NASA relativa allo sbarco di Perseverance su Marte. Il collegamento con la NASA sarà abbinato ad altri momenti di approfondimento scientifico e a interventi di stampo artistico e letterario. Si parlerà di Marte e della sua atmosfera con il dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Giuseppe Piccioni, coinvolto fin dagli anni ’90 in numerose missioni spaziali nel Sistema solare, e dei suoni sul pianeta rosso con la ricercatrice dell’INAF Francesca Zambon.

Lo speciale evento online, inserito nell’ambito delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, sarà anche l’occasione per rendere omaggio al sommo poeta attraverso la lettura degli ultimi versi delle tre cantiche della Divina Commedia in atmosfera marziana, inviando quindi simbolicamente il poeta sul pianeta rosso – con il suo biglietto per Mars 2020 – in rappresentanza del genere umano, e per promuovere la figura del sommo poeta quale testimone per la protezione e la tutela dei nostri poco visibili cieli stellati. A rendere l’evento ancora più suggestivo sarà l’ascolto del brano musicale “Life on Mars” scritto dall’artista inglese David Bowie. In occasione della serata, scienza, poesia e musica si fonderanno, quindi, insieme per regalare al pubblico un’esperienza indimenticabile.

Ma il dato più importante da evidenziare è che la serata sarà anche all’insegna dell’inclusione sociale. “L’incontro virtuale del 18 febbraio – spiega Andrea Alimenti, referente del gruppo Divulgazione Inclusiva dell’UAI e tra gli organizzatori dell’evento – vuole essere un primo esperimento di commento in diretta di un importante evento di esplorazione spaziale, realmente accessibile a tutti. Sarà presente infatti un’interprete della lingua dei segni (LIS), la dott.ssa Paola Bonifazi, membro del direttivo ANIOS. Forniremo inoltre sottotitolazione simultanea e audiodescrizione delle immagini. Questa iniziativa di divulgazione inclusiva dell’astronomia risulta unica nel suo genere”. 

Dopo una serata carica di emozioni, venerdì 19 febbraio alle ore 20:45 sarà la volta del secondo appuntamento delle “Mars Nights”, in onda in diretta sul profilo facebook UAI (link) e sul canale YouTube dell’UAI (link). “Venerdì 19 febbraio, dopo lo sbarco del rover Perseverance su Marte, cessata l’ansia dell’ammartaggio, approfondiremo con l’aiuto di esperti alcuni temi dedicati al pianeta rosso”, spiega Walter Riva, referente della Commissione Divulgazione dell’UAI. “Analizzeremo, a mente più fredda, le fasi dell’ammartaggio e commenteremo anche l’ingresso in orbita della Tianwen 1 e della Hope. Come è ormai tradizione, daremo inoltre ampio spazio alle nostre delegazioni territoriali, che si collegheranno dai propri osservatori per illustrarci le proprie attività e per mostrare le immagini di Marte e del cielo invernale, riprese dai telescopi”.

Previsti, in particolare, collegamenti con l’Osservatorio Astronomico del Righi (GE), con l’Osservatorio di Vittorio Veneto (Fregona, TV), con il Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa (RM), con l’Osservatorio di Punta Falcone, Piombino (LI) e con il MarSEC (Marana Space Explorer Center) di Crespadoro (VI). Con gli esperti dell’UAI si punteranno gli occhi su Marte, sulla Grande nebulosa di Orione M42 e sugli altri oggetti del cielo invernale, che saranno illustrati nel dettaglio da Paolo Volpini della Commissione Divulgazione UAI. Nel corso dell’evento si parlerà, inoltre, dell’esplorazione di Marte per mezzo di Perseverance con Roberto Orosei dell’INAF – Istituto di Radioastronomia di Bologna, delle altre sonde marziane con Cesare Guaita del Gruppo Astronomico Tradatese e conferenziere del Planetario di Milano, delle possibilità di colonizzazione umana di Marte con il divulgatore Alessandro Vietti e di Marte sui media con Piero Stroppa, direttore editoriale della rivista “Cosmo”. Un programma, insomma, davvero ricco in grado di deliziare anche i “palati astronomici” più raffinati.

COME SEGUIRE GLI EVENTI ONLINE

  • 18 febbraio, ore 20:45 – “Vita Nova su Marte – il viaggio di Perseverance tra scienza e suggestioni” – in onda in diretta sulla pagina facebook UAI (link) e sul canale YouTube UAI (link)
  • 19 febbraio, ore 20:45 – “Mars Night, Festival del cielo invernale” – in onda in diretta sul canale YouTube UAI (link) e sulla pagina facebook UAI (link)

INVITO A OSSERVARE E FOTOGRAFARE IL CIELO DEL MESE

In concomitanza con gli eventi sul web rinnoviamo l’invito all’osservazione dal vivo della volta celeste. Le note misure di contenimento della diffusione del Covid-19 non consentono di promuovere serate osservative pubbliche, ma è possibile partecipare alla Mars Night con osservazioni individuali, data anche la facile osservabilità del pianeta rosso nelle prime ore della sera. Ricordiamo la rubrica UAI dedicata al Cielo del Mese, con la sezione dedicata ai pianeti: http://divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Febbraio_2021#PIANETI

Possiamo ammirare il pianeta durante l’avvicinamento della sonda Perseverance sul suolo marziano e cogliere l’occasione per fotografarlo. Un invito rivolto ai giovani astrofili che possono ancora partecipare al concorso fotografico promosso dal Gruppo Giovani UAI: https://www.uai.it/sito/news/uai-divulgazione/concorso-fotografico-invernale-ce-tempo-fino-al-28-febbraio-per-partecipare/

Marte si appresta a lasciare la costellazione dell’Ariete e negli ultimi giorni di febbraio e per tutto il mese di marzo potremo riprenderlo in suggestivi campi stellari, mentre si avvicina prima alle Pleiadi e poi alle Iadi e alla stella Aldebaran.

Articolo Originale qui:

Continua